27/10/2018

DAL ROTARY UN PULMINO PER LA FONDAZIONE SAN GIUSEPPE

Questa mattina alla Fondazione San Giuseppe, che riunisce le due comunità educative di Casa Borgatti e Casa Clementini, il Rotary ha consegnato un nuovo pulmino per il trasporto dei ragazzi ospitati

E’ l’esito dell’impegno dei Club originato il 9 maggio scorso, quando 12 Rotary Club della Romagna insieme al Rotaract Rimini organizzarono Rotary & Romagna in festa.

RC Rimini Riviera, RC Novafeltria-Alto Montefeltro e RC Rimini si assunsero il compito di guidare un service che è arrivato a compimento grazie alla raccolta di 10.000 euro ai quali si sono aggiunti 4.000 euro di sovvenzione distrettuale. E' intervanuta la Vicesindaca Gloria Lisi.

All’incontro di stamane erano presenti anche il past Governor Maurizio Marcialis e i rappresentanti dei Club protagonisti, con il nostro Presidente Maurizio Temeroli.

Per la Fondazione San Giuseppe la Presidente Paola Benzi, tante educatrici e volontarie, i ragazzi ospitati e il responsabile del coordinamento educativo Roberto Vignali.

“Ospitiamo giovani con problemi di varia natura - ha detto Vignali - molti di loro hanno necessità di una pausa dalla vita famigliare e negli ultimi anni se ne sono aggiunti da altri paesi. Questi ultimi hanno alle spalle storie spesso drammatiche, diciamo che devono essere felici di essere sopravvissuti e qui hanno una opportunità nuova. A noi il compito di tenerli insieme, trasmettere loro i valori della somiglianza perché questo è un mondo che tende invece ad esaltare le differenze. Noi abbiamo trovato il punto di riferimento che è la nostra Costituzione, l’articolo 3, per il quale Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. Ci sono culture diverse, religioni diverse, ci pare la Costituzione un solido punto di partenza. Per noi il pulmino è come il cibo, è fondamentale. Grazie al Rotary”.

Maurizio Temeroli ha ricordato l’opera dei presidenti che hanno avviato il service, per il Rimini Riviera Aldo Menghi Sartorio, oltre al contributo del Rotaract. Al termine, la benedizione religiosa e un brindisi.

 

stampa la notizia in pdf