19/04/2017

UFO FRA NOI?

Ieri sera al Club è intervenuto Roberto Pinotti, vera e propria autorità in tema di “ufologia”, autore di numerosi libri dedicati agli extraterrestri, nei quali, forte di cinque decenni di approfondito studio del problema, prova a dimostrare con dati, enigmi, reperti e anacronismi storico-archeologici, l’esistenza degli alieni.
Pinotti documenta come il nostro passato sia ben diverso da quello finora tradizionalmente presentatoci. Nel corso degli ultimi anni alcuni autori hanno cavalcato l’ipotesi di una Terra visitata in passato da astronauti extraterrestri, poi divinizzati dai nostri antenati. Se così fosse, evidentemente essi potrebbero essere tornati a manifestarsi nel corso dei secoli fino a oggi. Sulla base di questa logica considerazione, l'autore - che ha pioneristicamente presentato il tema dal 1966 – ha illustrato il punto d'arrivo di una ricerca che lega indissolubilmente la sconcertante questione odierna degli UFO a tutta una serie di dati, enigmi, reperti e anacronismi storico-archeologici che possono essere chiariti solo con presenze tecnologiche aliene, ieri e oggi. Ne scaturisce non solo la “paleoastronautica”, ovvero lo studio di attività astronautiche nel nostro passato, ma anche una chiave di lettura nuova, scientificamente fondata.
“Si parla di Ufo da 70 anni – ha detto Pinotti – evidentemente un motivo ci sarà se per decenni il tema non solo è dibattuto, ma figura in migliaia di documenti delle autorità militari ed aerospaziali di tutto il mondo. Io non credo sia una questione di crederci o no, quanto di saper valutare con obiettività dei fatti concreti. Possiamo contare oltre un milione di casi e 200mila fonti istituzionali”.
Un ringraziamento ad Alessandro Bacci per aver organizzato la serata

stampa la notizia in pdf