22/01/2013

FASSINA E IL ROTARY: UN ALTRO INTERVENTO

Il Governatore del Distretto 2080 per l'Italia (Roma, Lazio, Sardegna) del Rotary Club International, Silvio Piccioni, ha risposto con una lettera aperta alle dichiarazioni fatte da Stefano Fassina, responsabile economia e lavoro del Pd, nel corso di una trasmissione di Radio Città Futura, emittente radio romana legata ad ambienti dell'ultra sinistra.

Fassina aveva paragonato le liste "Monti", dal punto di vista dei requisiti reddituali, agli elenche degli associati dedl Rotary Club.
Il Governatore Piccioni ha fatto chiaramente presente che l'elemento reddituale non costituisce un requisito discriminatorio all'interno dei singoli clubs, e, nel ricordare la plurisecolare tradizione rotariana di servizio a favore della società e dei suoi membri più disagiati, ha elencato quelle iniziative più significative a livello internazionale (lotta alla poliomielite), nazionale e distrettuale che caratterizzano in positivo ed in concreto il cennato "spirito di servizio".
Ecco il testo integrale della lettera che il governatore del Distretto 2080, Silvio Piccioni, a inviato Stefano Fassina: "Gli organi di stampa hanno dato spazio a quanto da Lei affermato nel corso di una trasmissione su Radio Città Futura “Per i livelli di reddito di coloro che ne entreranno a far parte, la lista Monti somiglia sempre più alla lista Rotary”. Premesso che il livello reddituale dei soci non è elemento di valutazione per la loro ammissione, e che il Rotary è sempre stato al di fuori della politica, qualsiasi suo coinvolgimento nella querelle elettorale appare inopportuno e fuori luogo. Ritengo pertanto doveroso, anche per le istanze che mi sono pervenute da numerosi soci, fornirle alcune informazioni che le consentiranno di conoscere meglio la nostra organizzazione. Il Rotary è una associazione di servizio no-profit ed opera da 108 anni a servizio del prossimo. Conta nel mondo più di 12 milioni di soci, in 200 paesi e aree geografiche, rappresentativi di un’ampia gamma di professioni. I rotariani, nell’esercizio delle loro attività, sono tenuti al rispetto dei più elevati principi etici. Il motto “Servire al di sopra di ogni interesse personale”, guida i rotariani a realizzare progetti a carattere umanitario ed educativo in favore delle comunità più bisognose. Migliaia di volontari contribuiscono a fornire dotazioni mediche, assistenza sanitaria, acqua pulita, cibo, addestramento professionale, e istruzione per milioni di persone, specialmente in paesi in via di sviluppo. Il Rotary è stato il promotore della campagna PolioPlus, in collaborazione con l’Organizzazione Mondiale della Sanità, con i Centri per la Prevenzione e Controllo delle malattie USA e con l’UNICEF, allo scopo di arrivare alla eradicazione della poliomielite. Sono stati vaccinati contro la malattia 2 miliardi di bambini in 122 paesi. I casi di polio sono diminuiti del 99% (da 350.000 a circa 300 ogni anno). Residuano solo 3 paesi endemici contro i 120 iniziali. Il traguardo per la eradicazione della malattia sta diventando sempre più vicino.
Il Rotary è l’organizzazione privata che finanzia il più grande programma al mondo di borse di studio a carattere internazionale promuovendo la comprensione fra popoli anche attraverso programmi di interscambio; 40.000 studenti da 130 paesi hanno studiato all’estero dal 1947 in qualità di Borsisti del Rotary e circa 7.000 studenti di scuola media superiore ogni anno fanno esperienza studiando in un paese diverso dal proprio attraverso il programma “Scambio Giovani”. I Rotary Club, in Italia e nel mondo, presidiano il loro territorio andando incontro alle impellenti necessità della comunità locale. Da quanto precede si può dedurre quanto sia determinante l’apporto dei rotariani che, in maniera del tutto volontaria, contribuiscono con la loro attività a migliorare la comprensione internazionale ed a costruire la pace. Parlando del Rotary non si può quindi pensare ad una lobby di benpensanti che si incontrano tanto per fare qualcosa; trattasi di professionisti seri il cui unico scopo è “Fare del bene nel mondo”A prescindere dal reddito personale".

stampa la notizia in pdf