03/07/2012

LA VISITA DEL GOVERNATORE FRANCO ANGOTTI

La visita del Governatore rappresenta per ogni Club uno degli appuntamenti più importanti dell’anno. Ci siamo preparati a dovere e seppure la visita sia arrivata subito alla prima riunione dell’anno, il presidente ha dato sfoggio della sua abilità di programmatore ed ha preparato la giornata al meglio.

Nel pomeriggio s’è svolto l’incontro con il Governatore Franco Angotti e l’assistente Paolo Pasini, mentre le signore incontravano la moglie Giovanna. In serata la conviviale.
Franco Angotti si è laureato in Ingegneria Civile a Pisa, dove ha iniziato la carriera scientifica. Poi ha avviato la carriera in Università vincendo il concorso alla cattedra di scienza delle costruzioni nella Facoltà di Ingegneria di Firenze.
Ha ricoperto i più importanti ruoli accademici: Direttore del dipartimento di ingegneria civile, Preside della Facoltà di Ingegneria, Coordinatore di dottorato di ricerca, Prorettore. Si è occupato di ingegneria strutturale, vulnerabilità sismica e normativa tecnica nel settore del cemento armato. Ruoli ricoperti anche in ambito europeo. E’ socio del Club Firenze Sud dal 1990, ne è stato presidente nel 1998-1999 ed è stato Assistente del Governatore dal 2007 al 2010.
Angotti è anche l’ultimo Governatore del Distretto 2070, dal prossimo anno rotariano infatti ci sarà la separazione fra Toscana ed Emilia Romagna.
“Ho trovato vivacità, interesse e passione – ha detto nel suo discorso ai soci – in un club che ha anche tanti programmi nel suo futuro. Sapete che il motto del Presidente Internazionale Sakuji Tanaka è ‘Pace attraverso il servizio’, una sfida importante che i Club possono vincere compiendo azioni concrete in questo senso. E’ molto rotariana la posizione di chi vuol arrivare alla pace attraverso il servizio. Il mio messaggio è stimolarvi a rafforzare il Club, azione che racchiude vari aspetti. Rafforzare un club è compiere azioni che inorgogliscano i soci, prestare attenzione allo sviluppo dell’effettivo, tendere alla diminuzione dell’età media, guardare con attenzione ai giovani che racchiudono qualità fondamentali. Rafforzare il Club è prestare attenzione all’ingresso delle donne, fatto su cui abbiamo tanti passi da compiere. Mi piacerebbe favorire la nascita di Rotaract, così da arrivare dagli attuali 56 a 60 entro l’anno rotariano. L’altro risultato a cui ambisco è che tutti i 103 club del distretto giungano all’attestato di lode. Devo dire che il vostro Club ha tutto per arrivarci ed anche di più! Facciamo parte di un’associazione prestigiosa, seconda al mondo per concessione di borse di studio. Dobbiamo far sapere quanto facciamo e operare in modo significativo sul territorio per ottenere visibilità ed autorevolezza. Vi invito a prestare attenzione alle opportunità della Fondazione, che con Visione Futura ha avuto una enorme accelerazione della burocrazia. I soldi ai progetti arrivano anche solo dopo due mesi. Puntiamo entro l’anno a eradicare completamente la polio dal mondo, passeremo alla storia per questa straordinaria impresa. Chiudo dicendovi che tanto più si conosce il Rotary, tanto più si è orgogliosi di essere rotariani!”. Nel corso della serata il Past President Giuseppe Dini ha consegnato due Paul Harris a Benito Cervetti e Marco Moretti. Complimenti ad entrambi!
 

stampa la notizia in pdf