25/01/2012

GNASSI AL ROTARY: IL PASSATO E' PASSATO, ADESSO ARIA NUOVA

“Ho un’idea di città che rompe con gli schemi del passato, che ha una visione che non c’entra nulla con ciò che è stato e che ha anche determinato un crollo di antiche certezze”.
Netto, convinto, anche visionario, il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi non ha avuto paura di esserlo ieri sera nel suo articolato intervento al Rotary Club Rimini Riviera, al termine della presentazione dei progetti di Abitare Rimini 2012.
“So bene – ha aggiunto – che le rivendicazioni e le richieste di un abitante di un quartiere riminese sono strettamente legate alla quotidianità, ma tutto ciò che si fa, quindi anche la risposta alla singola richiesta, deve tendere ad un disegno complessivo, un’idea di città nella quale i motori immobiliari vanno in soffitta e lasciano il posto ai motori culturali. Noi siamo figli di una concezione che ci ha regalato benessere, che ci ha dato una città importante e redditizia. Ma adesso quel modello non tiene più e dobbiamo essere tempestivi nel cogliere un nuovo vento. Plaudo all’iniziativa del Rotary perché semina cultura simile a ciò che intendo io. Sentire giovani progettisti che si impegnano pensando alla loro città in termini di spazi verdi, vivibili, è una grande soddisfazione. Vi dico anche che la mia quotidianità, quanto a progetti, è ancora troppo figlia di richieste legate ad un vecchio stampo. Io ho deciso di cambiare strada, con me certe cose non si faranno più. Non le rinnego, hanno regalato benessere, ma non sono più sostenibili. Vorrei condividere con la città nella sua classe dirigenziale un nuovo modo di pensare allo sviluppo. Chiaro, so bene che ogni scelta comporta alla riga in fondo la voce dei costi, che adesso l’Amministrazione ha difficoltà a sostenere. Stiamo ragionando di Super IMU, il ‘milleproroghe’ ci ha appena dato tempo fino a giugno per redarre un bilancio che in questo momento non riusciamo a chiudere. Stiamo facendo ipotesi, simulazioni, è complicatissimo far quadrare i conti, però la battaglia va fatta e spero di trovare tanti compagni di viaggio insieme a me e alla mia giunta”.
Gnassi ha anche ripetuto le sue convinzioni a proposito di città sostenibile. “Guardiamo a chi questo passo l’ha già compiuto, prendiamo ad esempio che ha già imboccato la strada della sostenibilità. Noi non possiamo vivere in una città nella quale dormiamo, dobbiamo vivere. Ecc allora la Rimini circolare, collegata da piste ciclabili, agganciata ai luoghi fulcro come può essere la città del benessere fra Rimini e Riccione. C’è tanto altro in quel che immagino per Rimini, le mie linee di mandato sono sul sito del Comune a disposizione di tutti”.
Gnassi al termine è stato premiato dal Presidente Giuseppe Dini anche con il libro ‘L’Aquila e l’Elefante’. “L’avevo adocchiato mentre ne parlavate, mi piace molto, Sigismondo a Federico l’ha battuto! Grazie per avermelo regalato”. Al libro, Giuseppe ha aggiunto anche il dvd con la registrazione della serata dedicata alla salute del mare. “Se lo guardi, signor Sindaco, troverà spunti per operare a favore della qualità delle acque del nostro amato mare”.
 

stampa la notizia in pdf